Comma3 - Strumenti e soluzioni per comunicare con internet

Tag: hi-tech

Regali di Natale: gli oggetti hi-tech a basso impatto ambientale tra i più gettonati

Secondo una ricerca condotta da Nextplora per Samsung, è emerso che il 70% degli italiani riceverà o desidera un regalo tecnologico da mettere sotto l’albero, come cellulari, tv a schermo piatto, computer ecc.Per i regali di Natale 2010, molti italiani pensano dunque ai regali tecnologici, seguono subito dopo i libri col 66%, abbigliamento col 52%. Ma mentro sono gli uomini, a pensare più ai regali tecnologici, le donne rimangono orientate verso i libri e i prodotti di profumeria. Dalla ricerca inoltre emerge, che il 77% degli intervistati avrebbe piacere a ricevere un regalo tecnologico ma a basso impatto ambientale.
Sempre “green” per gli italiani, dovranno essere anche le automobili con il 56% delle preferenze, i grandi elettrodomestici col 47%, i telefoni cellulari col 32%, gli smartphone col 30% e i personal computer 28%. Gli italiani che desiderano un cellulare per Natale, vorrebbero uno smartphone, soprattutto le donne tra i 18 e i 34 anni, mentre le donne dai 45 ai 55 anni, preferiscono gli aspirapolvere robot. I giovani preferiscono invece i tablet oppure le TV a schermo piatto. Se invece volete sapere cos’è che i vostri parenti o amici non vorrebbero mai, risulta che tra i regali sgraditi troviamo fiori e piante col 42%, cancelleria col 38% e strumenti da bricolage 30%.

Fonte: http://news.tecnozoom.it

Il Natale vira sull’hi-tech e il web diventa protagonista: +7% per l’e-commerce

Più on line, più alimentari e più vestiti. Meno soldi, meno pacchetti e meno lusso. Tra il più e il meno delle tendenze d’acquisto del Natale, alla fine ogni famiglia metterà sotto l’albero quasi 1.337 euro che in termini reali significa -1,2% rispetto al 2009, secondo una stima Confcommercio. Lavoratori e pensionati stanno per ricevere oltre 40 miliardi di tredicesime, almeno 6 di questi, stima Confesercenti, verranno impiegati per i regali. In queste pagine forniamo un ventaglio di scelte possibili, per tutti i portafogli e per i principali settori. Accanto ai comparti tradizionali, dall’abbigliamento alla gastronomia, spicca quest’anno una tendenza più marcata verso la tecnologia. Trend confermato dall’inizio dell’anno, con tlc, informatica e fotografia in testa alle classifiche Istat per tassi di crescita.

Per un regalo hi-tech possono servire quasi 3mila euro, se si vuole optare per un televisore ultrapiatto, ma anche se si hanno meno di 10 euro a disposizione la scelta abbonda.Smartphone, tv e gadget di ogni tipo, inoltre,sono sempre più spesso visionati e acquistati sul web, che diventa un utile strumento di comparazione dei prezzi e un canale di acquisto sempre più importante.

Navigando sul web, con meno di 2 euro (1,59 per essere precisi) chi ha un amico o un parente un po’ distratto potrebbe puntare su un’applicazione informatica per organizzare al meglio la valigia e non lasciare nulla a casa. Se invece il pensiero va a un patito del bio e il budget non cambia si può optare per un prosecco. Possono bastare anche 6 euro per una bottiglia certificata. E se il soggetto è uno sportivo e nel portafoglio la cifra è sempre quella? Si potrebbero comprare un paio di guanti per i piedi. I sondaggi dicono che in generale gli italiani saranno prudenti e si orienteranno su cose utili: nella top ten dei regali secondo Confcommercio vincono generi alimentari, abbigliamento e piccola e media tecnologia.

Pochi faranno spese folli
Il 61%, per Swg-Confesercenti, «spenderà ma senza indebitarsi o intaccare i risparmi».
I destinatari? Confcommercio dice che saranno per lo più parenti (89,2%), mentre il 63,2% pensa anche agli amici. I meno penalizzati saranno i bambini: un italiano su tre donerà un giocattolo a un figlio o a un nipote. I giochi di società si confermano sempre un genere intramontabile, con un budget ragionevole. Se però in famiglia qualcuno ha un iPad si potrebbe optare per un videogame: ce ne sono anche da meno di 8 euro. Nel Natale in cui si prevedono meno viaggi (-8%, secondo Confesercenti) le vetrine delle agenzie sono piene di cofanetti che contengono un buono per una vacanza o un’escursione e voucher per viaggi in treno o in aereo. Comodamente acquistabili anche da casa.

L’osservatorio CartaSì sul Natale ha evidenziato la crescita dell’e-commerce (+7,2% nella settimana terminante il 12 dicembre) e delle spese verso l’estero (+2,6%). Dall’8 novembre al 12 dicembre gli italiani hanno speso con carte di credito 6,6 miliardi di euro: l’8,5% attraverso l’e-commerce, confermando in parte la tendenza già evidenziata dai commercianti: la maggior parte delle spese ha infatti riguardato abbigliamento (18,4%) e alimentari (14,9%). Con il 13,6% della quota spesa con la moneta elettronica sono stati invece acquistati viaggi e trasporti.

Fonte: www.ilsole24ore.com

Powered by WordPress & Theme by Anders Norén