Il blog di Comma3

Comma3 – Strumenti e soluzioni per comunicare con internet

Tag: libri

Amazon vende il Kindle DX anche in Italia

amazon-kindleSarà la volta buona per il successo dell’ ebook e dei lettori elettronici di libri? Continua a crederci Amazon, che ha annunciato la vendita in cento Paesi, fuori dagli Stati Uniti, del suo lettore di eBook, il Kindle DX, disponibile per le consegne dal 19 gennaio. Il portale di e-commerce fondato da Jeff Bezos aveva già messo a disposizione del mondo il modello Kindle 2, venduto anche in Italia dall’ottobre del 2009. Il Kindle DX ha uno schermo più grande, 9,7 pollici, una memoria da 3,3 GB (pari a 3.500 titoli archiviabili, contro i 1.500 del modello inferiore) mentre ha in comune con il fratello minore la tecnologia e-ink, che dovrebbe consentire una lettura meno faticosa grazie a un display che non è retroilluminato come i normali LCD, e restituisce l’effetto riposante della carta stampata.

Il dispositivo è in grado di collegarsi wireless a Internet anche sulle reti italiane e, quindi, di scaricare libri online.

Il prezzo sarà di 489 dollari, una cifra forse ancora un pò troppo alta. Tuttavia, Amazon ha dichiarato che il Kindle si è dimostrato il regalo più richiesto nella storia del portale di e-commerce e che la richiesta di libri elettronici per questo Natale ha superato, per la prima volta, quella dei testi stampati. Non è stato precisato, però, l’esatto numero di libri elettronici venduti.

Il lettore di ebook sarà venduto sugli attuali store internazionali di Amazon, con conseguenti spese di spedizione, e non sono stati forniti particolari sulla possibilità di aprire nuovi siti per incoraggiare gli utenti dei diversi mercati locali.
Esclusa dalla vendita, per ora, la Cina, sebbene una portavoce della società abbia spiegato che si sta lavorando per raggiungere anche quel mercato. Sono previsti accordi con gli editori locali per l’offerta di periodici e quotidiani. In India, attualmente, le versioni elettroniche dei giornali hanno un prezzo più alto di quelle stampate su carta. Le edizioni elettroniche delle riviste, in generale, non conterranno foto e immagini di alcun tipo, per contenere i costi e consentire prezzi bassi per l’acquisto.

Fonte: pcworld.it

2010, destinazione ereader

ereaderRoma – Il 2010 sarà l’anno dell’ereader, almeno stando a quanto dichiarato da chi li produce. A dimostralo è il grande fermento nel settore, con Amazon e Sony impegnate a firmare accordi con alcuni tra i più prestigiosi quotidiani online.

Tra i vari concorrenti il più attivo sembra proprio Sony: l’azienda giapponese ha reso nota pochi giorni fa l’alleanza con l’editore Dow Jones, di proprietà di NewsCorp. Sia il Wall Street Journal che MarketWatch.com entreranno quindi a far parte del marketplace dell’ereader nipponico. Per 15 dollari al mese si avrà accesso all’edizione del mattino del WSJ ma aggiungendo altri 5 dollari sarà possibile assistere in diretta allo streaming di notizie in tempo reale.

Leggi tutto

A Natale su Amazon.com le vendite dei libri digitali superano quelle dei libri cartacei

amazon book

Durante il periodo di Natale, sul sito di Amazon sono state vendute più copie di libri in formato digitale per Kindle che i quello cartaceo: la notizia che arriva dagli States potrebbe avere del clamoroso, almeno per quella grandissima fetta di persone che non credeva ad una così rapida ascesa dell’editoria digitale e degli ebook e che, pur avendo da tempo intuito la portata della rivoluzione in arrivo, credeva in linee evolutive meno ripide.

Dunque il natale 2009 passerà alla storia come il momento del sorpasso degli ebook ai danni dei vecchi cugini cartacei? Non esageriamo, le statistiche riguardano per ora solo il sito della Amazon, proprietaria del lettore Kindle, e oltretutto non sono nemmeno troppo chiare, visto che la societa’ di Jeff Bezos non ha fornito dati precisi circa il volume dei suoi affari natalizi.

Sta di fatto però che il dato, se confermato, sancirebbe un segnale estremamente forte, un segnale che l’editoria italiana, ancora molto lontana per tecnologia e adattabilità a quella americana, dovrebbe cogliere al volo per cercare di arrivare al natale prossimo con le idee chiare sul proprio futuro.

Fonte: Booksblog.it

Powered by Comma3