Comma3 - Strumenti e soluzioni per comunicare con internet

Tag: social network Pagina 1 di 4

News dal mondo Twitter!

Twitter introduce una vera e propria novità per tutti i suoi utenti, sarà infatti possibile allegare ai tweet i messaggi vocali. Ogni registrazione però non potrà avere durata superiore a 140 secondi.

Comma3 valorizza le tue idee

Diamo valore alle tue idee e crediamo nei veri rapporti di fiducia per poter crescere insieme.

Crea la tua opportunità di business!

Reagisci con grinta e crea la tua opportunità di business!

Prenota ora il tuo appuntamento con Comma3!

Lo sai che da oggi puoi richiedere un appuntamento per venire a trovarci?

Cosa stai aspettando? Ti basta un semplice click e potrai scegliere giorno/ora a te più consoni.

Buongiorno da Comma3!

Buongiorno così da Comma3!

News Facebook: Manage Activity

La visibilità su Facebook è davvero molto importante!
Curare il proprio profilo e i contenuti assume un ruolo fondamentale per accrescere la propria presenza sui social.

Content Marketing per la tua azienda

Content Marketing: sai a cosa serve e perché è importante per te?

Hashtag di successo per la tua azienda

Sei alla ricerca di hashtag da inserire nei contenuti social per la tua azienda ma non sai quali scegliere?
E soprattutto non sai come utilizzarli?

Ripartire insieme!

Se hai un’impresa, per te una consulenza gratuita su come investire e migliorare le tue risorse e non farti cogliere impreparato dalle nuove richieste di un mercato ora in complessa trasformazione.

Le bugie su Twitter hanno i giorni contati: un software le troverà

TWSi chiama Pheme e promette di rendere la vita difficile
a tutti i Pinocchi che cinguettano in 140 caratteri

– Su Internet e sui social network viene riversata una mole incredibile di informazioni che a volte non sono vere e procurano anche allarmi se diventano virali. Spesso alcune notizie si scremano col buon senso e con le verifiche, soprattutto nel lavoro giornalistico, ma ora arriva uno strumento che aiuta a scovare le bugie su Twitter. Si chiama Pheme ed è un software a cui stanno lavorando ricercatori europei capeggiati dall’università di Sheffield. 

Pagina 1 di 4

Powered by WordPress & Theme by Anders Norén