Il blog di Comma3

Comma3 – Strumenti e soluzioni per comunicare con internet

Tag: steve jobs

Steve Jobs presenta l’iPad2

Non poteva certo mancare. Steve Jobs, nonostante le precarie condizioni di salute non ha voluto perdersi la presentazione al mondo intero dell’iPad2.

Eccolo quindi, maglietta nera d’ordinanza e volto scavato, fare la sua apparizione dal palco dello Yerba Buena Center. “Il 2011 sarà l’anno dell’iPad2, ha dichiarato, e non potevo certo perdermi il suo lancio, visto quanto ci abbiamo lavorato!”
Rinfrancato dall’ovazione dei presenti, Jobs ha preseguito: “Il primo iPad ha avuto un grandissimo successo ma, se ci fossimo seduti sugli allori, avremmo sicuramente avvantaggiato la concorrenza. Per questo l’iPad2 è stato completamente rivisto, nel design e nella sostanza”.
Questa innovazione si traduce in uno spessore
ultrasottile (8,8 millimetri contro i 13,4 del precedente), un peso ulteriormente limato verso il basso (590 grammi, ben 90 in meno) e un’esperienza d’utilizzo ancora più naturale e fluida.

Ci sono le tanto agognate (dai fans) due fotocamere (per utilizzare Facetime ma anche per registrare video in HD), il processore dual core A5 è ancora più potente e gestisce senza affanni browser e applicazioni varie.

Insomma, come insegna l’iPhone, nessuno stravolgimento ma una studiata attenzione a colmare le (poche) lacune del predecessore.

Ma il successo della nuova tavoletta sarà strettamente legato alle applicazioni che vi gireranno. Ecco perché Jobs si sofferma, ad esempio, su iMovie “che permette di montare un video girato in alta definizione e poi condividerlo con un tocco con gli amici”.

A chiudere il cerchio, Jobs ha mostrato una custodia magnetica, in vari colori, che protegge l’iPad2 ma, allo stesso tempo, consente di posizionarlo così da fruire più agevolmente dei contenuti multimediali e un cavo per collegare la tavoletta al televisore via Hdmi e visualizzare i filmati in HD. Insomma niente che non facciano anche i tablet della concorrenza, ma Jobs riesce a trasformare in un evento anche la presentazione di un cavo Hdmi!

L’iPad2 sarà lanciato negli Stati Uniti tra meno di dieci giorni (l’11 marzo) con prezzi immutati rispetto al precedente (che non sarà più prodotto) e dunque a partire da 499 dollari. L’attesa per noi italiani sarà davvero breve perché l’iPad2 raggiungerà le nostre coste il 25 marzo.

Scommettiamo che sarà un successo annunciato?

Fonte: http://www.cellularemagazine.it

Cresce l’attesa, è il giorno dell’iPad 2: giallo sulla presenza di Steve Jobs

WASHINGTON – Prende sempre più corpo, in seno alla stampa specializzata americana, l’ipotesi di una presenza di Steve Jobs, il numero uno della Apple in pausa malattia, all’evento in calendario oggi (alle 10:00 ora locale, 19 ora italiana) a San Francisco, al quale è atteso il lancio dell’iPad 2, la tavoletta di seconda generazione della casa di Cupertino.

Lo scrive per esempio il sito ‘All Things Digital’ del Wall Street Journal, che fa capo a Walt Mossberg, considerato il guru della stampa tecnologica americana.

Si moltiplicano infine le indiscrezioni, vere o presunte, sull’iPad 2. C’è chi scrive che il modello di domani, telecamerina esclusa che tutti danno per scontata, sarà in realta poco diverso rispetto a quello attuale. Il vero nuovo iPad, a questo punto il numero 3, verrebbe presentato soltanto a settembre. Un’altra voce parla infine di un mini iPad da 7 pollici accanto a quello da 10 pollici, per fare concorrenza diretta alle tavolette della Samsung e della BlackBerry, attesa nelle prossime settimane.

È una voce inverificabile e secondo alcuni esperti totalmente falsa, perchè Jobs ha sempre detto che sotto ai 10 pollici di schermo la tavoletta diventa troppo piccola ed inutile.

Fonte: http://www.ilmattino.it

Steve Jobs: uomo dell’anno 2010 per il Financial Times

Per il Financial Times non ci sono dubbi: è Steve Jobs l’uomo dell’anno per il 2010. Il Financial Times, rivolgendosi al co-fondatore della Apple, lo ha definito: “Il visionario della Silicon Valley che con il suo sogno del piccolo schermo ha riportato Apple in vetta”. Un successo dopo l’altro quest’anno per Steve Jobs: a gennaio era tornato sul palco dello Yerba Center a San Francisco dopo mesi di assenza a causa della sua malattia. Un ritorno grandioso, soprattutto grazie alla presentazione dell’innovativo iPad. Il Financial Times parla di “rinascita completa”.

E pensare che dieci anni fa la carriera di Steve Jobs e il destino della Apple erano in pieno declino. Invece adesso il suo iPad è il regalo più atteso da tutti gli internauti italiani per questo Natale 2010, mentre anche i parlamentari se lo sono regalato per le festività natalizie.
Viene spontaneo paragonare Steve Jobs, uomo dell’anno per il Financial Times con Mark Zuckerberg, che recentemente ha ottenuto lo stesso titolo per il Times(anche se i lettori volevano Julian Assange al suo posto). Pare che quando il fondatore della Apple salì agli onori delle cronache per la prima volta, fosse addirittura più giovane del creatore di Facebook.
In merito alla nomina di Steve Jobs come uomo dell’anno 2010, il Financial Times ha dichiarato: “Ora a tre decenni di distanza, Jobs si é assicurato il suo posto fra i titani tecnologici della West Coast. Bill Gates sarà anche più ricco e, al suo picco, avrà anche esercitato una maggiore influenza grazie al monopolio nel software dei pc. Ma il co-fondatore di Microsoft ora ha lasciato il palco per devolvere la sua vita e la sua fortuna a opere buone. Ora è Jobs a essere sotto i riflettori”.

Fonte: www.haisentito.it

Powered by Comma3